I sindaci del centrosinistra umbro: “Ricostruire insieme ai cittadini”

Un appello congiunto. E’ quello che i sindaci umbri del centrosinistra dei comuni di Gualdo Tadino, Città di Castello, Fabro, Foligno, Gubbio e Massa Martana hanno fatto per sollecitare “una forte presa di coscienza anche nei livelli istituzionali regionali e locali“. Il riferimento è ovviamente alla nuova stagione politica inaugurata con le elezioni del 4 marzo scorso, quando il centrosinistra e la sinistra nel suo complesso hanno subìto una pesante sconfitta.

Non si percepiscono segnali tangibili di inversione di tendenza – dicono i primi cittadini – Il tempo sembra essersi fermato e continuano a prevalere purtroppo, tattica, rancori personali, divisioni, riposizionamenti più o meno evidenti, l’esatto contrario di ciò che con il voto gli elettori hanno voluto significarci. Da amministratori locali quotidianamente a contatto con i cittadini e con i loro problemi, sappiamo bene quanto certi modi di atteggiarsi e di fare siano distanti anni luce da quello che una volta da tanti (forse troppi) veniva definito il ‘nostro popolo’.”

Massimiliano Presciutti, Luciano Bacchetta, Maurizio Terzino, Nando Mismetti, Filippo Stirati e Maria Pia Bruscolotti ricordano come “il popolo stesso ha chiesto di invertire da subito la rotta valorizzando le cose che uniscono e vuole proposte forti e credibili per affrontare il disagio crescente e l’incertezza sul proprio futuro“.

I sindaci guardano alle prossime elezioni amministrative come il momento giusto per puntare su questi temi: “Dovranno esserci proposte concrete e candidati frutto della condivisione per costruire programmi e coalizioni coraggiose dove prevalga il rispetto reciproco e la voglia di costruire e di mettersi in gioco, piuttosto che il rancore ed il sospetto“.

Amministrare la cosa pubblica è una fatica quotidiana che ha bisogno di grande competenza, passione e dedizione nei confronti della propria comunità – concludono i sindaci – Tutte cose che sappiamo e possiamo continuare a fare iniziando a ricostruire insieme a tanti cittadini di buona volontà la casa comune di un nuovo riformismo radicale, perché le ragioni che ci uniscono sono di gran lunga più numerose e profonde di quelle che potrebbero dividerci. Noi ci siamo e siamo pronti a dare il nostro contributo“.

Tags:

  • Commenti (1)

Contenuto bloccato fino all'accettazione dei cookie.
Per visualizzarlo, esprimi il tuo consenso cliccando qui e ricarica la pagina.
  • Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.


Pubblicità

Potrebbe piacerti anche

Bilancio comunale, i sindacati sottoscrivono il documento

Dopo l’approvazione del bilancio 2018 ottenuta nell’ultimo Consiglio Comunale, nel pomeriggio di martedì 6 ...

Pasquarelli durissimo: “La burocrazia ostacola la buona politica”

GUALDO TADINO – Arriva una dura presa di posizione del Presidente del Consiglio Comunale ...

Lega, raccolta firme per aumentare le forze dell’ordine a Gualdo Tadino

“Le risposte alle mie istanze e ai miei appelli sono state: un accoltellamento presso ...

Questo sito web utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione, o cliccando sul pulsante di seguito, acconsenti al loro utilizzo in conformità alla nostra Informativa sulla Privacy e Cookie Policy. Il consenso può essere revocato in qualsiasi momento. Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi