FI e MS: “Scuola, un altro schiaffo alla nostra città da parte della Regione”

La maggioranza che guida la Regione dell’Umbria ha inferto l’ennesimo schiaffo alla comunità gualdese“. Questa la convinzione dei gruppi consiliari di minoranza Forza Italia e Morroni Sindaco, dopo che la giunta regionale ha negato il nuovo indirizzo professionale relativo ai servizi per l’agricoltura e lo sviluppo rurale.

Il riconoscimento dell’altro indirizzo richiesto, quello tecnico in grafica e comunicazione, non ha affievolito la delusione dei due gruppi per questa scelta operata dalla Giunta Marini

La richiesta nasceva dal proposito di ripristinare nel territorio gualdese una pluralità dell’offerta formativa – dicono i consiglieri Fofi, Morroni e Minellipluralità venuta meno negli ultimi tempi a seguito delle dinamiche che hanno investito ormai da alcuni anni l’istituto tecnico e, più recentemente, anche quello professionale. Per queste ragioni, la proposta avanzata aveva una sua unicità e l’accoglimento parziale che essa ha ricevuto equivale a un non riconoscimento dell’istanza di fondo che il Consiglio Comunale di Gualdo Tadino aveva indirizzato alla Regione dell’Umbria, ovvero impedire l’arretramento della nostra Città su un fronte strategico come quello della formazione delle nuove generazioni“.

Per questo Forza Italia e Morroni Sindaco parlano di schiaffo da parte di una Regione “sempre più distante e indifferente alle ragioni e alle problematiche di un territorio impegnato a fare i conti con gli effetti di una crisi economica duratura e profonda“.

Secondo i tre consiglieri le responsabilità non sono però solo a livello regionale, ma vanno ricercate anche nella Giunta Presciutti.

Sono evidenti i limiti e le debolezze di un Sindaco e di una Giunta che anche in questa circostanza hanno dimostrato di non sapere interloquire con il governo regionale – prosegue il comunicato – e di non essere in grado di costruire il necessario consenso attorno ad una legittima e fondata proposta a difesa degli interessi della Città e che poteva vantare il sostegno unitario di tutte le forze presenti in Consiglio. Analoga difficoltà si è registrata anche sul fronte dei rapporti con i comuni vicini,con il risultato di una pericolosa e inaccettabile condizione di isolamento politico”.

Forza Italia e Morroni Sindaco parlano di reazioni del sindaco rabbiose e teatrali che non sono servite a niente. “Non serve sparare nel mucchio e accusare di comportamento pilatesco l’intero Consiglio Regionale, perché il provvedimento in questione è passato con i soli voti della maggioranza, che è politicamente amica e omogenea con quella che sostiene Presciutti e all’interno della quale militano esponenti ai quali lo stesso sindaco e il PD gualdese hanno offerto sostegno elettorale permettendo loro di conquistare lo scranno regionale“.

Tags:

  • Commenti (0)

Contenuto bloccato fino all'accettazione dei cookie.
Per visualizzarlo, esprimi il tuo consenso cliccando qui e ricarica la pagina.
  • Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.


Pubblicità

Potrebbe piacerti anche

Esa, Gualdo Civica interroga la Giunta

La capogruppo consiliare di Gualdo Civica, M. Paola Gramaccia, ha depositato un’interrogazione al sindaco ...

convenzione sindaci area nord est umbria

I Comuni della Fascia Appenninica fanno rete, firmata la convenzione

Mercoledì scorso è stata firmata a Gubbio la “Convenzione per la gestione associata delle ...

Gruppi di maggioranza: “Bilancio consuntivo solido”

I gruppi consiliari di maggioranza Gualdo Cambia, Rinnovamento per Gualdo e Partito Democratico sono soddisfatti ...

Questo sito web utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione, o cliccando sul pulsante di seguito, acconsenti al loro utilizzo in conformità alla nostra Informativa sulla Privacy e Cookie Policy. Il consenso può essere revocato in qualsiasi momento. Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi