Jp Industries, oggi incontro cruciale. 700 lavoratori con il fiato sospeso.

Oggi potrebbe essere un giorno decisivo per il futuro della Jp Industries e di 700 lavoratori che da mesi sono con il fiato sospeso. Il condizionale, quando si tratta della vicenda ex Merloni, è più che mai d’obbligo, visto tutto ciò che si sta trascinando da dieci anni a questa parte senza che si sia finora trovata una soluzione definitiva e risolutiva.

E’ in programma per la giornata odierna al Ministero dello Sviluppo Economico l’annunciato l’incontro tra il viceministro Teresa Bellanova, gli istituti di credito e il titolare della Jp, Giovanni Porcarelli.

LA PREOCCUPAZIONE DEI SINDACATI – “Da delegati iscritti al sindacato e da lavoratori ci attendiamo un grande passo avanti rispetto a quanto è accaduto fino ad ora, anche vista la prossima scadenza della cassa integrazione (12 settembre 2017), sul cui prolungamento, fino al 31/12/2018, non esistono ad oggi atti ufficiali. Mentre il piano industriale non riesce a far breccia, soprattutto rispetto al credito bancario”. È quanto si legge in una nota dei lavoratori.

“Non deve dunque risultare strano – prosegue il comunicato -, dopo tutti questi anni di attesa e di molte illusioni, il nostro scetticismo sulla positività del prossimo incontro. Ma vogliamo comunque crederci: tanti sono i soldi spesi in questi anni per tenere accese le speranze di migliaia di lavoratori e di due comprensori come la Fascia Appenninica umbra e il Fabrianese. Per questo l’ostruzionismo di alcune banche (visto che altre hanno dato parere positivo rispetto al piano industriale) appare incomprensibile e ingiustificabile, tanto più a fronte della situazione lavoro nel paese. Senza dimenticare che le stesse banche, grazie al giro economico dato dagli ammortizzatori sociali della ex Antonio Merloni, hanno goduto anche esse di benefici in questi anni”.

Dopo la cessazione dell’attività della Merloni nel 2008, dopo la chiusura dei bandi inerenti all’acquisizione della stessa nel 2011, dopo la sentenza della Cassazione nel 2014, “diciamo che il 31 agosto 2017 è un altro momento fondamentale per le sorti di quello che resta della Antonio Merloni. Confidiamo quindi nell’operato del Governo e in particolare del vice ministro Bellanova e ribadiamo quanto detto nell’incontro tenuto a Gualdo Tadino i primi di agosto: è necessario garantire l’accesso al credito ed al prestito bancario alla Jp Industries per consentire continuità occupazionale ai 700 dipendenti coinvolti”, conclude la nota.

 

Tags:

  • Commenti (0)

Contenuto bloccato fino all'accettazione dei cookie.
Per visualizzarlo, esprimi il tuo consenso cliccando qui e ricarica la pagina.
  • Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.


Pubblicità

Potrebbe piacerti anche

Ex Merloni, oggi la vertenza in Consiglio regionale

Con la discussione in aula della mozione presentata dal consigliere Andrea Smacchi, la vertenza ...

L’”autunno caldo” umbro parte dalla Fascia appenninica

La situazione della Jp Industries, in attesa del pronunciamento della Corte di Cassazione sul ...

Ex Merloni, sindaci e sindacati ricevuti dal Prefetto di Perugia

Mercoledì 12 ottobre si è conclusa la mobilità per 200 ex dipendenti della Antonio Merloni, ...

Questo sito web utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione, o cliccando sul pulsante di seguito, acconsenti al loro utilizzo in conformità alla nostra Informativa sulla Privacy e Cookie Policy. Il consenso può essere revocato in qualsiasi momento. Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi