Ventenne gualdese non si ferma all’alt, era sotto l’effetto di stupefacenti

carabinieri nocera umbra

Un giovane poco più che ventenne, residente a Gualdo Tadino, è finito nei guai per non essersi fermato all’alt impostogli da una pattuglia dei carabinieri della stazione di Nocera Umbra. Il ragazzo ha proseguito la marcia tentando di fuggire, così è stato inseguito e fermato dai militari che lo hanno trovato alla guida dell’autovettura sotto l’influenza di sostanze stupefacenti.

Anche un cinquantenne residente nella provincia di Fermo, fermato durante il controllo della circolazione stradale, è subito apparso ai militari ubriaco. Infatti, sottoposto immediatamente ad accertamenti alcolemici, è risultato positivo con tasso superiore ad 1.7 g/l.

Oltre alla denuncia penale,  ai due automobilisti è stata ritirata la patente di guida per gli eventuali provvedimenti di sospensione di competenza del Prefetto di Perugia. Nei confronti del marchigiano e del suo accompagnatore, un ragazzo rumeno di 30 anni, è scattata anche la segnalazione alla Prefettura di Fermo, in quanto trovati in possesso di circa 6 grammi di marijuana e mezzo grammo di cocaina, detenuta per il consumo personale.

Nell’ambito dei medesimi controlli effettuati lungo la direttrice che conduce anche alle coste marchigiane, i militari hanno elevato numerose sanzioni amministrative per infrazioni al codice della strada.

Tags:

  • Commenti (0)

Contenuto bloccato fino all'accettazione dei cookie.
Per visualizzarlo, esprimi il tuo consenso cliccando qui e ricarica la pagina.
  • Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.


Pubblicità

Potrebbe piacerti anche

Sesso in caserma, condannato l’ex Carabiniere gualdese

L’ex carabiniere della stazione di Sigillo, residente a Gualdo Tadino, protagonista dei noti episodi ...

Presciutti: “Le opere del Centro Promozionale verranno messe in sicurezza”

GUALDO TADINO – “Non posso che confermare l’impegno dell’Amministrazione Comunale nel combattere episodi di ...

Truffa online smascherata dai Carabinieri di Gualdo Tadino

Il metodo usato è stato quello del “phishing“. Un venticinquenne casertano aveva inviato una ...

Questo sito web utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione, o cliccando sul pulsante di seguito, acconsenti al loro utilizzo in conformità alla nostra Informativa sulla Privacy e Cookie Policy. Il consenso può essere revocato in qualsiasi momento. Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi