Perugia-Ancona, sarà la volta buona?

“Che questa  sia la volta buona”?  Una domanda che sulla chiusura dei lavori della superstrada Perugia-Ancona ci si è posti da tanti, troppi anni; almeno nella stessa misura del numero di annunci sentiti. Ma ogni volta l’auspicio che la risposta sia affermativa è troppo forte vista l’importanza strategica dell’arteria e, per i gualdesi, anche opportunità di  accorciare le distanze con i principali centri umbro-marchigiani.

Durante la  seduta di mercoledì   della seconda commissione dell’Assemblea legislativa dell’Umbria  per l’audizione con l’assessore regionale Giuseppe Chianella, si è parlato della rete dei trasporti, stradali e ferroviari, e delle infrastrutture ritenute fondamentali per la Regione.  

Sullo stato dei lavori della Perugia-Ancona, l’assessore regionale alle infrastrutture e ai trasporti, Giuseppe Chianella, ha dichiarato che  lavori si sono finalmente sbloccati dopo il fallimento di due general contractors: i cantieri sono ripresi e nei primi mesi del 2016 termineranno sul tratto umbro e di seguito anche su quello marchigiano”.

Per dovere di cronaca e per non lasciarsi andare agli entusiasmi,  seppur non facili in questo caso, c’è però da evidenziare che si tratta dell’ennesimo spostamento della fine lavori: basti pensare che, solo negli ultimi due anni, dalla fine lavori del 2014, si è passati all’inizio del 2015, poi alla fine del 2015 e adesso ai primi mesi del 2016, senza  indicare il mese.

Il 19 giugno 2014 fu sottoscritto un accordo al Ministero con il quale  il contraente generale Dirpa, Anas , società Quadrilatero, il Governo e le Regioni mettevano nero su bianco un cronoprogramma (l’ultimo dei tanti annunciati negli anni precedenti) degli interventi. In quel documento ufficiale si prevedeva la fine dei lavori  sul tratto umbro entro il 2015, mentre nel 2017  su quello marchigiano.  I tempi, aveva assicurato il commissario straordinario di Dirpa, Daniela Saitta, saranno scritti chiaramente nel contratto di vendita con i futuri acquirenti della società. Di fronte a questo quadro l’allora assessore regionale alle Infrastrutture Silvano Rometti si era detto  «moderatamente soddisfatto ma prudente».

Attualmente, dal conteggio fatto con la redazione di Gualdo News, siamo alla 15esima scadenza annunciata. E si torna alla domanda iniziale.

 

Tags:

  • Commenti (0)

Contenuto bloccato fino all'accettazione dei cookie.
Per visualizzarlo, esprimi il tuo consenso cliccando qui e ricarica la pagina.
  • Giornalista pubblicista iscritta all’ordine regionale dell’Umbria dal 2006. Fin dalla metà degli anni ottanta collabora con le seguenti testate giornalistiche locali e regionali: Radio Tadino, Rete 7 (1987- 1997) e Gualdo Tv 23 (2000-2007), Giornale dell’Umbria (2004), mensile Trenta Giorni (2013). Laureata in Lettere, ha poi seguito corsi di formazione specifici nel campo socio-sanitario. Dal 1997 lavora part-time con la cooperativa sociale A.S.A.D. come educatrice professionale.


Pubblicità

Potrebbe piacerti anche

Francesco Macchiaroli nuovo presidente dell’Avis gualdese

Francesco Macchiaroli è il nuovo presidente della comunale Avis “Adriano Pasquarelli” di Gualdo Tadino. ...

La Notte Blu, il Medioevo della Cuccagna: ecco il programma del 19 agosto

“La Notte Blu: il Medioevo nella città della cuccagna”. Questo è il titolo dell’evento ...

Questo sito web utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione, o cliccando sul pulsante di seguito, acconsenti al loro utilizzo in conformità alla nostra Informativa sulla Privacy e Cookie Policy. Il consenso può essere revocato in qualsiasi momento. Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi